Copyright 2017 - Custom text here

Quel che ci vuole per dare nuova luce alla vita

 

 

Pensavo ... Ma non si può cambiare "l'odore degli ospedali"?

... Viviamo in un'era tecnologica, in cui le informazioni viaggiano in un istante da un capo all'altro della terra. In cui son ben noti i benefici arrecati da un sorriso, da un profumo, da una carezza. Eppure, perchè è così difficile trasformare quel "luogo" dove "non vorremmo andare mai", in un posto un pò più colorato, profumato, e "capace di essere vissuto"?

Oggi sono passata un attimo all'ospedale di Caserta (un ospedale come tanti altri) e tra l'odore di cibo e quello delle medicine, sono stata pervasa da un "olezzo di tristezza" che non si dovrebbe provare in questo "mondo" ...  "Se una persona non può andare in un campo di fiori perchè privarla anche del profumo di quel campo di fiori?" I fiori veri appassiscono ma le essenze si diffondono con delicatezza ... non sarebbe una cattiva idea traformare l'odore della tristezza in un odore di gioia, colorato e saporito ... saportito per la mente e per il cuore ... Se fosse fatto con delicatezza. Se gli ospedali fossero gestiti con delicatezza e quell'attenzione che si dovrebbe offrire ai "neonati", anche quel posto tanto triste, non dico che ci potrebbe rendere felici, ma almeno potrebbe donarci un pizzico di speranza in più.

Sì, associo a questo giorno alla parola PROFUMO, anche TENEREZZA e ATTENZIONE. Tre elementi che se conditi con un bel sorriso, possono dare nuova luce alla vita.
Parola di Gg

 

 

 

 

_________
Pubblicato nella Rubrica: Parola di Gg (l'ecodicaserta)

 

f t g m